Informazioni Rubriche Risorse Community Servizi
  Primi passi
 
 
 
  Edificazione
 
 
 
 
 
 
 
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Testimonianze di vite trasformate dal Vangelo

Il Signore mi ha liberato da tante catene


di axagreen
Trascritto da saretta


Pace a Voi fratelli e sorelle

Provo un piacere immenso a testimoniare la gloria e la potenza di nostro signore Gesù e la mia conversione all'evangelo.
Il Signore mi ha liberato da tante catene, grazie anche all'intercessione di altri fratelli e sorelle in CRISTO che hanno pregato tanto per me (c'e' chi l'ho ha fatto per 6 anni) ALLELUJA PADRE !!

Oggi ho 40 anni e la mia vita è stata vissuta tra tribolazioni e peccato, attratto dai piaceri della vita terrena e sopratutto soggiogato dai demoni del gioco e della perversione in ogni sua manifestazione.
Vengo da una famiglia di ceto medio sono il primogenito di una coppia giovane, mio padre e mia madre mi hanno sempre trattato con sentimento ed amore, non mi hanno fatto mai mancare nulla anzi alle volte si sono magari privati di qualcosa per accontentare me e i miei fratelli (ne ho 2). Purtroppo però i miei genitori non ci hanno dato l'educazione spirituale, in pratica non c'e' mai stato DIO nella nostra famiglia e mai se n'è parlato.
Solo lavoro per loro e beni terreni per noi e questo alla lunga ha creato 3 uomini vuoti.
A 15 anni mi sentivo fragile, timoroso verso gli altri, incapace di discernere il bene dal male, ma non me ne curavo troppo: la vita per me era materiale e tutta ai miei piedi !!
Ero carino da ragazzo, avevo una motocicletta, soldi, le ragazze furono il mio primo pensiero, l'amore ma anche il sesso mi attraeva tanto.
Un giorno per caso mi ritrovai all'ippodromo e amante di statistica pensai che avrei potuto fare l'utile ed il dilettevole iniziando a giocare alle corse dei cavalli e fu cosi che inizio il mio calvario, che pian piano mi fece schiavo senza che io me ne accorgessi. In pratica la mia giornata era la seguente: fare buco a scuola, andare con la mia fidanzatina in giro a tubare (tanto per non usare termini più pesanti) andare a pranzo dalla nonnina della mia fidanzata, rubare qualche centinaio di mila Lire dal cassetto e giocare fino a tardi ai cavalli. Poi questa condizione mi fu stretta, perche i soldi scarseggiavano, avevo la sera libera e cosi mi trovai dei compagnetti per un bel pokerino serale. Insomma la mia giornata era fatta: che bello, pensavo io, faccio tutto quello che voglio, e non importa se perdo (poi addirittura si perde anche la cognizione del valore del denaro) io sono felice così.
Iniziai a rubare ai miei genitori ai miei parenti, mi inventai lettere anonime, false ed improvvise partenze, tragici espedienti automobilistici per racimolare e sfogare la mia passione, perdetti tanti anni a scuola e la possibilità di entrare a far parte del mondo del lavoro perche non avevo uno straccio di diploma a 24 anni. E tutta questa vita fatta di necessità a procurarsi i soldi, tutte le bugie ed il male che facevo a chi mi stava accanto questo non mi apparteneva, non ascoltavo umanamente nessuno, perchè la mia anima era soffocata e nella morsa dei demoni che facevano di me quello che volevano e furbi ed astuti come sono si erano radicati in me, nella mia incosapevolezza.
Ovviamente demone chiama demone, "venite, qui c'e' un'anima da divorare" e cosi la lista dei miei peccati raddoppio con l'avvento di internet, strumento meraviglioso ma ovviamente pericoloso. Lussuria, desiderio, carnalità iniziarono a prendere il dominio su di me, vivendo di notte e dormendo di giorno quando potevo. Trovato un lavoro per pura fortuna sono riuscito a mantenerlo ma ho rischiato con tanti richiami di perderlo e ci sono andato molto vicino.
Il mondo del gioco su internet impazzava ed allora via con roulette, giochi d'azzardo, e chi piu ne ha piu ne metta.
Nel frattempo gli anni avanzano siamo arrivati a 26/28, ed anche il mio fisico cosi come una cambiale non pagata richiede il suo riscatto + gli interessi si presenta violentemente. Prendo 30 chili, il demone dell'ingordigia mi acchiappa e con il cibo che ingurgito perdo il conto del numero delle calorie che immagazzino al giorno, il mio cuore inizia a sacrificarsi, la mia pressione arteriosa è alle stelle, il mio fegato è steatotico, inizio a camminare con fatica. Provo tante diete ma non riesco a portarle a termine e quando sembra essere quella giusta ecco il Demone che si presenta nei tuoi pensieri: "Quella leccornia ti va' ? mangiala non preoccuparti, da domani riprendi la dieta" e l'indomani "figurati ... la inizi la settimana prossima che vuoi privarti di un cosi dolce risveglio?" E cosi punto e da capo, anzi peggio perche arrivo a 128 kg contro i 95 di prima.
I rapporti con gli altri sono sempre pessimi, io preferisco rinchiudermi nelle mia gioie (peccati di sempre).
I soldi pian piano si esauriscono e i miei coinquilini mi danno un idea meravigliosa "perche non farti fare un bel prestito? che ti costa, dai che questa volta vinciamo, spacchiamo tutto, diventiamo importanti"
Non l'avessi mai fatto, di qui a breve mi trovai sotto un tir di debiti, non potevo più rispondere al telefono, molti mi cercavano, tutto andava a rotoli, ma io testardo continuai.
La mia vita però all'improvviso sembra cambiare. Trovo un lavoro (poi rivelatosi una truffa ai danni delle famiglie ignare e con noi collaboratori complici consapevoli) che mi porta a guadagnare 1 milione di lire a settimana, ed io mi ci dedico con dedizione (i soldi mi servono per giocare)
qui incontro la donna della mia vita (1998) e dopo 8 mesi la sposo. E' una bellissima donna, alta, misteriosa molto disponibile, che mi ha dato da subito tutti i piaceri della carne. Perfetto, pensai io !!
Ci sposammo nel 1999 ed il mio matrimonio in chiesa cattolica me lo ricordo come una scampagnata, dove per me la chiesa ed il ministero che non ho mai visto di buon occhio era una cosa da fare e basta, per la gente, per i genitori, insomma non provai nulla di bello, con il sacerdote che continuava a chiamarmi in altro nome, vantandosi di avermi conosciuto, di avermi quasi visto crescere con i miei difetti, insomma io l'avevo visto un paio di volte, una di queste mi ricordo mia madre volle che io andassi insieme a Lei dal parroco perche pensava fossi malvagio (verso i 18 anni) (in realta l'opera di distruzione era in fase iniziale ed acuta), per il resto era un perfetto sconosciuto nelle sue funzioni conferitegli dalla chiesa cristiana bla..bla..bla.
La mia vita con mia moglie fu disastrosa dopo un finto periodo di pace e benessere, che solo i soldi hanno mantenuto tale, alla fine l'inevitabile crollo umano e ovviamente spirituale (semmai tra noi ce n'e' fosse stato).
Nel 2004 l'inevitabile separazione, che per me fu una liberazione perchè malgrado il mio vivere in compagnia con questa donna, (senza l'armonia di DIO nn c'e' unione che regge) che mi era apparentemente sembrata una buona cosa, una volta che la fisicità e la materialità della nostra unione fu rasa al suolo, mi ritrovai con una donna che mi lacero' con le sue bestemmie, le sue ire diaboliche, il suo compiacimento nel rendermi verme ed incapace, la sua natura spettrale si rivelò.
E questo abbandono per me è stata una resurrezione, chiave di volta della mia futura vita.
Ad Agosto del 2004 malgrado la mia vita continuava ad esser legata dal vizio del gioco sopratutto via internet e la perversione era diventata la mia prima attività fiorente, dalle 23 fino all'alba, durante un corso di aggiornamento (nel frattempo avevo trovato lavoro nel pubblico impiego)
incontrai la mia "guida spirituale" la mia "nuova compagna". L'impatto non fu dei più morbidi ma pian piano Lei si accorse del mio corteggiamento (devo dire con onestà, che il mio primo pensiero fu quello di come portarla nel più breve tempo possibile a letto) ma pian piano dopo 20 giorni eccoci al nostro primo appuntamento da soli. Lei mi mise subito a conoscenza della sua religione, del suo credo, ma disperato com'ero e comunque sempre di pensiero liberale, quella rivelazione non mi destò alcun combattimento. Anche io d'altra parte sentii l'esigenza di informarla del mio status (separato da 8 mesi) e Lei mi accettò malgrado qualche remora successiva (difficile per una ragazza in Cristo accettare un uomo già sposato, per non pensare alle reazioni dei genitori all'antica, mi avrebbero mai accettato?)
E cosi pian piano dopo 4 anni di fidanzamento decidiamo di sposarci. Difficile vedere una sorella sposarsi con una creatura: come faranno spiritualmente? risuciranno a superare alcuni ostacoli che nella vita e nella differenza di condizione spirituale possono recare danni o disarmonie ?
Ma il problema non era tanto quello, il problema era ben altro e lei pian piano si accorse delle mie catene durante gli anni di fidanzamento e DIO sa quanto ho fatto soffrire ed ho abusato economicamente di Lei. (PERDONAMI PADRE)
Giugno 2008 arriva il momento di sposarsi. Io sono innamorato di lei ma come fa uno a parlare d'amore se nel cuore e nell'anima ha così tanto caos? Come fa uno che non ha mai amato se stesso amare il prossimo ?
Il rito del matrimonio lo facciamo nella chiesa valdese ed io partecipo un po' di più rispetto al mio primo "esperimento nuziale" ma anche qui non essendo nella fede non posso essere coinvolto al 100% ed oggi questo me ne duole parecchio.
Troviamo casa una bella casa, un miracolo dico io, una benedizione dico OGGI, DIO ha provveduto per noi a due passi dalla suocera così come mia moglie aveva pregato e chiesto!!
La vita mia continua nel gioco, per me è un modus vivendi e nulla mi scalfisce. Come faccio a non giocare più? non posso!! così rispondo a mia moglie, anzi vi dirò di più, iniziò a nascondere tutto "non preoccuparti ... questo è un nostro segreto" mi dicevano via pensiero gli ospiti, oramai nemmeno tanto ospiti ma padroni di casa. (dopo 25 anni !!)
Ma mia moglie da quando ci siamo conosciuti ha iniziato a pregare GESU di liberarmi da queste catene, lo ha fatto sempre, lo hanno fatto i suoi fratelli e le sue sorelle in CRISTO, insomma tanti si sono dati da fare per me !! a mia insaputa.
Ad un certo punto quando iniziai a spendere tutto il mio stipendio (dopo una settimana ero senza un centesimo)
iniziai così a rubare nel conto corrente di mia moglie, poi iniziai a farlo in quello di mia suocera, e tutto cio che giocavo si manifestava al contrario: non vincevo più nemmeno giocando eventi facili. Insomma per me era una maledizione, ma GLORIA A DIO in quelle nottate drammatiche, dove arrivai perfino a bestemmiare ed inveire contro DIO, il PADRE NOSTRO aveva iniziato un percorso con me di ravvedimento.
Iniziai ad andare in chiesa più per piacere di mia moglie che per me, ma quando lo feci sentii un atmosfera piacevole e tutto sommato quel senso di pace e benessere che vedevo nei volti dei fratelli della chiesa, mi rincuoravano, ma nulla più. Il mio cuore era duro come un macigno. Nei giorni seguenti iniziai a sognare, per me figurarsi tutto frutto di coincidenze, ma quando sognavo il demonio che mi possedeva in varie manifestazioni e che mi voleva marchiare nel polso avvicinandosi dolcemente ed inconsapevolmente a me, mi svegliavo sempre con brividi di freddo e sensazione di paura orribile.
Così decisi di non andare più in chiesa perche mi procurava tali disturbi e continuai a fare sempre quello che avevo fatto. Il gioco era la mia casa la mia verità, la mia vita.
Di pari passo anche il piacere della carne e della perversione si facevano sentire fortemente ed ovviamente preferivo abbandonarmi alle sinuose curve di donne virtuali piuttosto che unirmi a mia moglie, senza avere rimorso alcuno o quantomeno giustificandomi continuamente di fronte alla mia anima.
Così non si poteva andare avanti penserete Voi, ma io non mi schiodavo dai miei vizi preferiti.
Così nel maggio del 2010 siamo andati a trovare una coppia di amici entrambi nella fede e dopo aver cenato con loro senza rendermene conto iniziai un dialogo con questo fratello. Il suo volto era meraviglioso e quando parlava qualsiasi cosa diceva sorrideva, un sorriso attraente, che mi proiettava un senso di pace e di serenità non umana. Parlammo del Signore per caso senza che io me ne rendesi conto e le parole che pronunziava il fratello mi penetravano nelle orecchie così come un assetato nel deserto trova ristoro in un oasi d'acqua insperata quasi come fosse un miraggio.
Lui non mi disse niente del Signore solo pote' farmi intuire che le esperienze con DIO nella sua vita sono talmente reali che se me le avesse raccontate avrei potuto prenderlo per un folle. Ed aggiunse "Sono felice di essere folle se la mia follia è Gesù Cristo" (AMEEEN)
Così dopo quella lunga chiaccherata (3 ore - era l'una passata) mi ricordò che avrebbe servito il culto il giorno successivo (Domenica), senza dirmi vieni, ti aspetto, non mancare, niente !!
Così io mi alzai dal divano cui stavo comodamente seduto (lo avrei ascoltato per almeno altre 3 ore, credetemi) e con mia moglie ci ritirammo a casa.
L'indomani mia moglie mi disse, vado in chiesa, ed io assopito nel letto mi alzai di botto e gli risposi che sarei andato anch'io. Dentro di me una voglia, una forza a me sconosciuta mi esortò piacevolmente a partecipare al culto.
O cari fratelli Voi non sapete quanto ho pianto e mi sono emozionato quel giorno. Sentire l'amore di DIO, sentire lo Spirito Santo ungere quella chiesa e tutti i fratelli, sentire l'amore e la fede che il pastore propaga attraverso la lettura del vangelo e sotto la guida sapiente del RE di luce, il SIGNORE DIO NOSTRO, mi ha dato una carica, una speranza, una nuova dimensione, una nuova visione del mondo che ci circonda che non avrei mai potuto minimamente pensare.
Il Signore mi ha tolto il marciume e l'attanagliamento dei demoni con la sua mano, scacciandoli e svergognandoli ed ha pulito in un sol colpo la mia anima.
Ed io lodo e invoco sempre il suo nome perchè una gioia così grande è un patrimonio sconfinato che non voglio perdere per nessun motivo al mondo.
Mi è venuto spontaneo senza fatica alcuna non giocare più, anzi provare un senso di fastidio nel pensare di farlo. I miei siti preferiti hanno avuto un taglio netto, ripuliti da ogni oscenità. Quant'e' grande la GRAZIA di DIO !!
Mi sento come un bambino che ha voglia di apprendere i suoi insegnamenti, mi sento in armonia e comunione con mia moglie che oggi si sente la donna piu felice al mondo perchè ha portato un figliuolo a DIO, ALLELUJA !!
Anche i sogni diventano parte integrante della mia vita spirituale, perchè il Signore mi parla in sogno, comunica con me e mi ha dato un paio di compitini e mi coccola, perchè ha conquistato un altro figliuolo che si era perso nella giungla del peccato.
Ed io voglio adesso fare grandi cose per Lui, voglio adorarlo, amarlo e seguire la sua parola, ed un giorno a DIO piacendo predicherò nel suo nome, anche se armato di fede e gioia inizio a parlare del Signore senza paura anche adesso, perchè quello che ha fatto a me possa essere testimonianza per tutti quelle creature che malgrado abbiano tante cose oggi si trovano persi e soprattutto infelici. L'altro giorno aprendo la Bibbia ho avuto un pensiero, leggere il Salmo 18.
in particolare mi han colpito queste frasi:

|| Mi circondavano flutti di morte, mi travolgevano torrenti impetuosi;
|| già mi avvolgevano i lacci degli inferi, già mi stringevano agguati mortali.
|| Nel mio affanno invocai il Signore, nell'angoscia gridai al mio Dio: dal suo tempio ascoltò la mia voce, al suo orecchio pervenne il mio grido

Oggi sono consapevole che DIO esiste e che col suo sangue ha cancellato il peccato di tutti noi sacrificandosi nella carne in croce.
Chi avrebbe avuto tale tenacia se non avesse provato un amore smisurato per Noi?
Lui non vuole altro che noi ci amiamo e che ascoltiamo la sua parola ed i suoi insegnamenti. In cambio la vita eterna, il patto che si compie, il contratto che ha firmato col sangue donandoci il suo regno e vivendo alla sua destra. Che meraviglioso che sei GESU', io ti adorerò e canterò inni di gloria per te perchè tu sei il Signore e PADRE DIO nostro.

AMEN


Data: 11/08/2010
Visite: 7135
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

   
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

Guardando dentro voi stessi potete davvero capire se vi siete davvero affidati a Dio
50.gif
17/01/2012
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (210).jpg
Ciao, mi chiamo Jessica, ho 20 anni e vivo a Cesano Boscone. Sono nata in una famiglia cattolica e ho sempre ricevuto dei buoni insegnamenti ...
Jessica Fiorillo
saretta
3803 dal 17/01/2012
?operazione=visualizza&id=155&filtro=
La testimonianza di Sara
50.gif
09/03/2010
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (170).jpg
La testimonianza di Sara
Sara
eVangelo
4694 dal 09/03/2010
?operazione=visualizza&id=153&filtro=
Libero dalla droga e dall'alcool
50.gif
23/09/2007
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (133).jpg
La storia di Pasquale, ex alcolizzato
eVangelo
paolo
4379 dal 23/09/2007
?operazione=visualizza&id=101&filtro=
Guarita dal Signore
50.gif
02/11/2004
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (189).jpg
Mi chiamo Damaris, sono di Agrigento e sono nata in una famiglia cristiana, frequentando sin da piccola la chiesa e la scuola domenicale, ma ...
Damaris
eVangelo
8448 dal 02/11/2004
?operazione=visualizza&id=84&filtro=
© 2002-2017 eVangelo. Tutti i diritti riservati