Informazioni Rubriche Risorse Community Servizi
  Primi passi
 
 
 
  Edificazione
 
 
 
 
 
 
 
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Le meditazioni di eVangelo

Non tutto il male vien per nuocere


di aa.vv.
Trascritto da eVangelo

"Perché t'abbatti anima mia? perché ti commuovi in me? Spera in Dio, perch'io lo celebrerò ancora" - "Egli è la mia salvezza ed il mio Dio" (Salmo 42:5; 43:5)

Questi due salmi, costituiscono un'entità per certi versi inscindibile. Osservate come lo stesso versetto si ripeta in entrambi! Essi vengono generalmente fatti risalire al quel triste periodo della storia di Davide, in cui la ribellione del suo figlio preferito, Absalom, lo indusse a trovare rifugio oltre il Giordano (cfr. II Sam. 15:14). Ma nel mezzo di quelle grandi sofferenze c'era un motivo di gioia. Alle volte il salmista si fa coraggio impegnandosi a sperare! Per molte anime addolorate, questo è un bellissimo esempio. In mezzo alla delusione e alla disperazione della vita, c'è sempre un segno di speranza, rappresentato da Dio stesso! Le nostre speranze possono essere naufragate. A causa di un comportamento sbagliato o di errore, a motivo della nostra follia o per un peccato, noi e i nostri cari possiamo ritrovarci in una condizione di estrema miseria. Eppure un'anima può sempre rivolgersi a Dio, certa di ottenere misericordia e perdono, da parte di Colui che fermerà nuovamente la pressione avversa della marea.

Notate come il cuore contrito può parlare ancora di Dio! Quest'uomo ave peccato gravemente. Sembrava aver perduto qualsiasi diritto di ricevere il rico- noscimento e la cura da parte di Dio. Aveva fatto ricadere la vergogna sulla fedi Per gli anni seguenti, la sua azione scorretta, avrebbe dato ai nemici un moti reale per bestemmiare il nome di Dio. Eppure guardate come egli osa ancora p lare di Dio! Davide Lo descrive come il Signore della sua vita, come la sua roccia e la sua salvezza. Il Dio della sua forza e la felicità della sua gioia. Questa è u grande lezione! Noi possiamo cambiare, ma Dio non cambia mai. Noi possiamo allontanare il nostro sguardo da Lui, o permettere che qualche cosa malvagia frapponga tra noi e lo splendore del Suo volto. Ma Egli continua a risplendere, quando confessiamo i nostri peccati e li abbandoniamo ci troviamo nuovamente illuminati dai Suoi raggi. Potete aver perso qualsiasi speranza in voi, nei vostre amici, nelle circostanze della vita, ma non dovete mai perdere la speranza Signore.

Il passato, che può essere considerato soltanto con pentimento, è perdona ' nel presente, Dio è desideroso di essere il nostro tutto e nel futuro l'anima potrà ancora lodarLo con labbra giubilanti. La speranza guarda il futuro: "Io lo celebrerò ancora".


Data: 19/05/2007
Visite: 1243
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

   
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

FEDELTA' PREMIATA
50.gif
05/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (51).jpg
Numeri 26:41-65 Come era avvenuto per il primo censimento, i Leviti furono contati separatamente rispetto al rimanente del popolo. In ques ...
aa.vv.
eVangelo
6419 dal 05/05/2009
?operazione=visualizza&id=1131&filtro=
CON GESU' SULLA STRADA DELLA SOFFERENZA
50.gif
04/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (12).jpg
Marco 10:32-45 In questo brano suggestivo ci sembra quasi di vedere Gesù che sta camminando da Gerico in direzione di Gerusalemme. Sarebbe ...
aa.vv.
eVangelo
7617 dal 04/05/2009
?operazione=visualizza&id=1130&filtro=
IL CENSIMENTO
50.gif
03/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (186).jpg
Numeri 26:1-40 Il primo censimento ordinato da Dio aveva lo scopo di stimare il potenziale bellico di Israele e Mosè vi mise mano poco dopo ...
aa.vv.
eVangelo
4404 dal 03/05/2009
?operazione=visualizza&id=1129&filtro=
CINA QUESTIONE DI PRIORITA'
50.gif
02/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (31).jpg
Marco 10:17-31 Ecco un'altra persona oggetto dell'amore e delle attenzioni di Cristo. Il giovane ricco si accosta al Signore desideroso di ...
aa.vv.
eVangelo
3999 dal 02/05/2009
?operazione=visualizza&id=1128&filtro=
© 2002-2017 eVangelo. Tutti i diritti riservati