Informazioni Rubriche Risorse Community Servizi
  Primi passi
 
 
 
  Edificazione
 
 
 
 
 
 
 
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Le meditazioni di eVangelo

La croce eterna


di aa.vv.
Trascritto da eVangelo

"Quanto più il sangue di Cristo che mediante lo Spirito eterno ha offerto se stesso puro d 'ogni colpa a Dio, purificherà la vostra coscienza dalle opere morte per servire all'Iddio vivente?" (Ebrei 9:14)

Qual è il significato del termine eterno? Troppo spesso viene impiegato come sinonimo di immortale, ma alle due parole corrispondono concetti diversi. Immortale trasmette l'idea della durata nel tempo; invece eterno definisce la qualità e il carattere di un'esistenza che risulta assolutamente estranea al concetto di tempo. Ciò che è eterno non viene misurato dalla durata. L'eterno non comporta successione di anni, non può essere collegato all'idea di passato o di futuro. Esso è il presente senza data, e, quindi, è prerogativa esclusiva di Dio, l'IO SONO, poiché Egli vive l'eterno presente. Egli non fu e non sarà mai qualcosa che non sia in questo preciso momento, e soltanto ciò che è proprio del Suo essere può venire indicato come eterno.

Pertanto, quando ci viene detto che il nostro Signore offrì Sé stesso a Dio mediante lo Spirito eterno (cfr. Ebrei 9:14), dobbiamo credere che nel valore della Croce vi fosse questo elemento di eternità. Il nostro Signore era l'Agnello immolato prima della fondazione del mondo (cfr. Ap. 13:8). La croce di Cristo è virtualmente contemporanea a tutte le generazioni dell'umanità, ed è questo attributo dell'eternità che dà a quel sacrificio valenza perenne.

La croce ci presenta Cristo con le braccia aperte per accogliere ogni anima peccatrice. I chiodi non sono arrugginiti o smussati dagli anni trascorsi da quando trapassarono la carne del Salvatore. E, poiché ci umiliamo e sottomettiamo, la nostra anima orgogliosa ed egoista viene inchiodata con Lui sulla croce, in virtù della potenza dello Spirito eterno. Dalle Sue sofferenze scaturisce la vita per coloro ai quali siamo mandati, e mentre serviamo il Dio vivente, possiamo dire con fapostolo: "La morte opera in noi, ma la vita in voi" (II Cor. 4:10-12).


Data: 20/10/2007
Visite: 1930
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

   
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

FEDELTA' PREMIATA
50.gif
05/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (122).jpg
Numeri 26:41-65 Come era avvenuto per il primo censimento, i Leviti furono contati separatamente rispetto al rimanente del popolo. In ques ...
aa.vv.
eVangelo
8480 dal 05/05/2009
?operazione=visualizza&id=1131&filtro=
CON GESU' SULLA STRADA DELLA SOFFERENZA
50.gif
04/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (82).jpg
Marco 10:32-45 In questo brano suggestivo ci sembra quasi di vedere Gesù che sta camminando da Gerico in direzione di Gerusalemme. Sarebbe ...
aa.vv.
eVangelo
12490 dal 04/05/2009
?operazione=visualizza&id=1130&filtro=
IL CENSIMENTO
50.gif
03/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (200).jpg
Numeri 26:1-40 Il primo censimento ordinato da Dio aveva lo scopo di stimare il potenziale bellico di Israele e Mosè vi mise mano poco dopo ...
aa.vv.
eVangelo
5866 dal 03/05/2009
?operazione=visualizza&id=1129&filtro=
CINA QUESTIONE DI PRIORITA'
50.gif
02/05/2009
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (45).jpg
Marco 10:17-31 Ecco un'altra persona oggetto dell'amore e delle attenzioni di Cristo. Il giovane ricco si accosta al Signore desideroso di ...
aa.vv.
eVangelo
5713 dal 02/05/2009
?operazione=visualizza&id=1128&filtro=
© 2002-2020 eVangelo. Tutti i diritti riservati