Powered by eVangelo
titolo
A cura di
Informazioni Contatti Newsletter Articoli Uscita
  Articoli
 
 
  Utenti
 
  Area utenti
 
 
 
Userid
Password
Ricorda dati   
Gruppi
Litigavamo per la gelosia, e dopo 4 anni ci siamo lasciati.

Autore: Anonima
Inserito da shedar

pace sorella,ti scrivo perche sono piu di due settimane che mi sono lasciata con il mio fidanzato dopo quattro anni..entrambi abbiamo accettato Dio nella nostra vita ma ora non so che ci succede..siamo arrivati a questo punto xhe ultimamente litigavamo per gelosia e questo prima ci ha portati ad una pausa di riflessione invece dopo lui mi ha lasciata xhe dice che vuole stare da solo,vuole capire xhe sta cosi male...in piu la mia famiglia non convertita non lo vuole piu xke pensano che lui abbia un''altra..non so che pensare ho paura di averlo perso x sempre chido una risposta a Dio ma ancora non so quale sia..mi sembra di combattere una battaglia piu grande di me e ho paura di non avere la forza abbastanza per uscirne...Quando ci siamo lasciati dio mi ha risposto con questi versi"Ora mi rallegro,non xhe siete stati rattristati,ma perche questa tristezza vi ha portati al ravvedimento,poiche siete stati rattristati secondo Dio"2corinzi 7v.9 forse questo e accaduto affinche mi avvicinassi di piu a Dio non lo so..vorrei solo stare bene e avere la pace e la gioia che Dio puo dare..

grazie per avermi ascoltata pace,voglio rimanere anonima



Risposta:

Carissima sorellina, posso capire quanto stai soffrendo: è cosi che ci si sente quando siamo lontani da chi amiamo. Non è la prima volta che affronto un tema sentimentale, e mi rendo conto che purtroppo ciò che fa soffrire l'essere umano, dopo il dolore fisico, è proprio la perdita dell'amore in ogni sua forma. La gelosia, cara sorellina, è un campanello d'allarme che non bisogna mai sottovalutare, e non lo dico solo in senso negativo, non stupirtene: infatti ritengo che spesso la gelosia, deve essere analizzata in maniera positiva, e cioè costruttiva per noi e per l'altra persona. Chi è geloso, prescindendo dal luogo comune che "è geloso chi ama tanto" cosa alla quale non credo assolutamente, prova questo sentimento solitamente per due motivi. Vediamoli insieme. Il primo motivo, il più frequente, è un'insicurezza personale di fondo, sia in se stessi ma anche nel modo in cui gli altri ci vedono. Conosco persone bellissime di aspetto, gelosissime di altre di aspetto meno fatiscente, eppure si corrodono lo stesso. Perche? Perchè l'aspetto esteriore non crea la maggiore insicurezza, di solito ciò che smonta una persona è la sua capacità di porgersi, il carisma, insomma la vera personalità singolare e unica di ciascuno di noi. Il secondo motivo, spessissimo è legato al comportamento della persona amata, troppo leggero o poco attento ai nostri punti sensibili, e questo ci fa più male di una freccia appuntita. Quando non si ha la volontà di andare daccordo, parlando amorevolmente delle reciproche insicurezze e delle nostre paure, e quando si trascura la preghiera insieme, accade che si diventa egoisti e il bene dell'altro non è la nostra primaria importanza. Da qui, scattano poi i litigi e le incomprensioni a catena. Se i vostri litigi erano diventati frequenti a causa della vostra gelosia, ti invito quindi a fermarti un attimo, e a riflettere con calma su questa cosa. Non puoi assolutamente sottovalutare questo allarme che il Signore ha messo alla luce tra di voi! La gelosia che porta a litigare non ha niente a che vedere con il gioco della gelosia, quello dolce e tenero degli innamorati! Evidentemente c'è qualcosa che non va, e con l'aiuto e la guida dello Spirito Santo capirai cosa è. La rottura del vostro fidanzamento mi fa pensare sia una conseguenza di questi litigi, e allora mi domando e ti chiedo " Cosa è accaduto di cosi serio?". Non dire che non lo sai. Lo sappiamo sempre perchè finisce un fidanzamento, solo che fa male ammetterlo. Probabilmente è una cosa temporanea, se davvero vi amate e se il piano di Dio per voi è che vi sposiate, ma ti invito a mettere il Signore prima di questa situazione. Il che non significa che non devi pensare al tuo ragazzo ( e come potresti se lo ami e ti manca?), ma vuol dire pensare a lui attraverso la preghiera e la fiducia che Dio ha cura di voi. L'ubbidienza alla Parola di Dio vale piu di ogni sacrificio, sorellina mia, e se davvero vuoi la pace e la gioia della vicinanza di Gesu, devi piano piano e per fede, mettere questo tuo dolore nelle mani di Dio e lasciarti guidare per capire in cosa hai sbagliato, in cosa avete insieme sbagliato quando il Signore vi parlava e non ascoltavate. NOn demoralizzarti, tutti cadiamo, e il Signore ci ama cosi tanto da tirarci su! Coraggio e non ti demoralizzare!

Con affetto fraterno,
Cinzia


Data: 28/12/2007
Visite: 6863
    


Contatta l'autore Invia a un amico Versione PDF stampabile
  Commenti relativi al documento

  Nessun commento

     
Altri documenti d'interesse nella stessa sezione

Conclusioni esagerate
00.gif
10/06/2015
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (69).jpg
Conclusioni esagerate
Roberto
4903
?operazione=visualizza&idgruppo=31&id=1497&filtro=
ziaste77
False
€ 0,00
Per il lavoro
00.gif
10/06/2015
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (29).jpg
per il lavoro
Anonimo
5111
?operazione=visualizza&idgruppo=31&id=1498&filtro=
ziaste77
False
€ 0,00
Gli studi universitari vanno a rotoli...
00.gif
13/03/2012
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (204).jpg
Coraggio, lotta nella preghiera.
anonimo
9247
?operazione=visualizza&idgruppo=31&id=1259&filtro=
madomi
False
€ 0,00
Un legame di cui non riesco a liberarmi
00.gif
25/01/2012
http://www.radioevangelo.org/images/icone/foto (48).jpg
Siamo ciò che guardiamo!
anonimo
12280
?operazione=visualizza&idgruppo=31&id=1235&filtro=
madomi
False
€ 0,00
© 2002-2017 eVangelo. Tutti i diritti riservati