Blog di giuseppe


SABATO 27 LUGLIO 2013

Quando arriva una brutta giornata


Le mie brutte giornate arrivano quasi sempre mentre sono appartato col Signore, investigando la Sua Parola. Posso essere sopraffatto da un senso d’ignoranza nell’avvertire un enorme oceano di verità davanti a me, sapendo di non riuscire a comprenderlo per quant’è vasto.

Mi sento ancora più frustrato quando leggo i grandi scritti di predicatori che sono vissuto 300 anni fa. Finisco per gridare, “Oh, Signore, sono come un bambino nella mia comprensione in confronto a questi giganti spirituali. Loro vissero in un’epoca presumibilmente oscura, eppure come giovani scrissero di questioni che ancora afferro a fatica alla mia anziana età. Perché per me è così difficile capire?”

L’unica risposta che ricevo è quanto ascolto nelle parole di Paolo: “Non per opere, affinché nessuno si glori” (Efesini 2:9). Ogni potenza riposa in Dio, inclusa la potenza di comprendere la verità e conservare una vita integra. Questo grande tesoro è riposto in vasi di terra affinché tutta la gloria sia solo Sua.

Se le tue brutte giornate includono un attacco demoniaco alla tua fede, potresti essere tentato a pensare che non sei spirituale solo a causa di tali attacchi. Tuttavia niente potrebbe essere più lontano dalla verità.
Un uomo devoto mi chiamò in lacrime ed esplose, “Ho appena avuto il giorno peggiore della mia vita e non so che fare! Uno strano sentimento mi ha sopraffatto oggi e non riesco a scuotermelo di dosso. Fratello Dave, non so se c’è un Dio!”

Il giovane non aveva idea da dove provenissero i suoi sentimenti di dubbio ed era scioccato e ferito da quel terribile pensiero che si era insinuato nella sua mente. Confessò, “Non riesco ad avvertire la presenza di Dio. Ed ora non riesco a non dubitare che Egli esista. Cosa farò? Non voglio covare questi orribili pensieri!”

Gli dissi, “Non temere e non ti scoraggiare. Credimi, questo è un vecchio trucco del diavolo e a lui piace giocarlo a giovani credenti preziosi a Dio. Sta cercando di colpire la tua fede e di confonderti”.

Potei dire a quel giovane la stessa cosa che avevo detto a mio figlio Gary mentre attraversava un brutto periodo: “Escine fuori. Il tuo Padre celeste sa esattamente cosa stai passando e ti sosterrà in tutto questo. Ricorda, Dio ha promesso di non lasciarti mai. Continua soltanto a rivolgerti a Lui – solo per fede."

Tratto da: http://sermons.worldchallenge.org/it/node/23699

DIO TI BENEDICA!



Postato alle 7.46.00 | Visite: 1044



I Commenti degli utenti Inserisci/Modifica il tuo commento